pier giorgio caria logo home

2021 04 15 colpevoli cardinali vescovi dittatori

DAL CIELO ALLA TERRA

COLPEVOLI!
ATTO D'ACCUSA AI SERPENTI E ALLE VIPERE CHE INFESTANO LA CHIESA DI CRISTO!
IL GIORNO DEL RITORNO DI GESÙ È NELL'AURORA DI QUESTO TEMPO!
EGLI GIUDICHERÀ E CONDANNERÀ ALLA MORTE SECONDA GLI ASSASSINI CRIMINALI DELLA SUA STESSA CHIESA. UOMINI CHE HANNO AVVELENATO LA CASA DEL PADRE TRASFORMANDOLA IN UNA SPELONCA DI ABOMINEVOLI CRIMINALI DIABOLICI DI OGNI GENERE.
VESCOVI, CARDINALI E PAPI CHE AVREBBERO DOVUTO SALVARE LE ANIME E PREPARARE LA MENSA DEL SIGNORE HANNO INVECE FORNICATO CON GLI UOMINI PIÙ FEROCI E SANGUINARI DELLA STORIA DEL MONDO: VIDELA, MASSERA, PINOCHET E TANTI ALTRI CARNEFICI DEL XX SECOLO.

PRIMA E DOPO L'ANNO MILLE, SOPRATTUTTO DURANTE E DOPO IL MEDIO EVO, PAPI COME ALESSANDRO VI, CLEMENTE VIII E TANTI, TANTI ALTRI FIGLI DI SATANA VESTITI DA AGNELLI, MA IN REALTÀ LUPI CHE HANNO TRADITO CRISTO, SI SONO AVVICENDATI NELLA STORIA DELLA CHIESA.
I POVERI SANTI INVIATI DAL FIGLIO DI DIO (SAN FRANCESCO, PADRE PIO, MADRE TERESA, SANTA RITA ...) POCO O NULLA HANNO POTUTO FARE CONTRO LA BESTIA SANGUINARIA CHE HA INVASO LA CASA DI CRISTO.
MA... ATTENTI! ORA È GIUNTO IL TEMPO DEL FIGLIO DI DIO! QUESTO TEMPO È ANCHE IL TEMPO DEL PADRE. INSIEME PADRE E FIGLIO SCACCERANNO CON VERGHE DI FUOCO I MERCANTI E GLI ASSASSINI DAL TEMPIO DI DIO.
LA CHIESA È SALVA PERCHÈ È VIVA GRAZIE AI SUOI ATTUALI MISSIONARI I QUALI, CON IL LORO SANGUE E IL LORO SACRIFICIO, LA RENDONO IMMUNE DALLE FIAMME DELL'INFERNO. MA È ANCHE VERO, CERTO, È VERISSIMO CHE IL VELENO SPARSO DAL VIRUS DELL’HARBAR HA INFETTATO MOLTI MILIONI DI FALSI FEDELI. ALLORA SI RENDE NECESSARIA UNA GRANDE PURIFICAZIONE E UN GRANDE GIUDIZIO.
GESÙ CRISTO VISITERÀ PRESTO IL VATICANO E ALLORA PIANTO E STRIDOR DI DENTI SI ELEVERANNO DA QUEL POZZO OSCURO E SATANICO. IL FIGLIO DI DIO LIBERERÀ LA SUA CHIESA E I BEATI E GLI ELETTI POTRANNO FINALMENTE PARTECIPARE ALLA SUA MENSA.
STIMA E PACE PER PAPA FRANCESCO E SI SUOI COLLABORATORI. CASTIGO PER I TRADITORI VESTITI DI PORPORA!
TEMETE CARDINALI, VESCOVI E PORPORATI, FIGLI DI SATANA! GIOITE SACERDOTI UMILI SERVI DI CRISTO.
IL LIBERTADOR STA PER ARRIVARE.
IO CHE TANTISSIMO L'AMO L'HO GIA VISTO E BACIATO.
IL MIO COMPITO È ANNUNCIARLO, COSTI QUEL CHE COSTI.
SONO RITORNATO NEL MONDO PER QUESTO.
ANNUNCIARE IL SUO GLORIOSO RITORNO.
CON AMORE UNIVERSALE A NOME DI ADONIESIS
G.B.

DALLA CITTÀ DEL MONTE DEGLI OCCHI DEGLI DEI
13 Aprile 2021. Ore 20:10

 

Lo sterco del diavolo – Servizio sul Vaticano - Report

Da anni Papa Francesco sta dimostrando di essere un pontefice diverso dai predecessori, a tratti rivoluzionario. Tra le tante battaglie intestine alla Santa sede una in particolare lo sta rendendo sempre più “scomodo” a certi sistemi di potere. Appena insediatosi il Santo Padre ha cercato di portare trasparenza nei conti della Santa Sede. Ma fin da subito la resistenza interna - e ancora oggi - continua a essere forte: troppi sono gli interessi finanziari in ballo.
Ed è proprio sul connubio tra il mondo ecclesiastico (spirituale), quello politico e quello economico-finanziario che verte l’inchiesta esclusiva di Report, condotto da Sigfrido Rannucci, andata in onda ieri sera su Rai3. Un’indagine che ha cercato di ricostruire e documentare alcuni recenti scandali all’ombra del Cupolone che non si sono fermati nemmeno dinnanzi ai Santi.
Da quanto emerge dall’inchiesta della trasmissione realizzata da Giorgio Mottola, infatti, all’interno della Congregazione per le cause dei santi - la commissione vaticana che gestisce i processi di canonizzazione - un alto funzionario avrebbe chiesto una tangente per avviare il processo di beatificazione di un candidato molto noto e amato: Aldo Moro. Una vicenda avvenuta mentre il prefetto della Congregazione per le cause dei santi era il cardinale Giovanni Angelo Becciu: ex sostituto della Segreteria di Stato (dimessosi lo scorso settembre dopo le accuse di peculato). Stando all’inchiesta, purtroppo, al di là degli esami e degli studi filosofici, miracolistici e storici del soggetto da beatificare, sono necessari un buon postulatore e, a volte, ingenti somme di denaro. I miracoli non bastano.

Inoltre, sempre grazie all’utilizzo di documentazione inedita e testimonianze esclusive, Report ha anche ricostruito gli investimenti finanziari realizzati dalla Segreteria di Stato negli ultimi anni. Questa seconda pista investigativa è partita dall’acquisto degli ex magazzini Harrod’s di Londra, un palazzo costato alla Santa Sede oltre 400 milioni di euro e che oggi varrebbe non più di 290 milioni. Ma è il lato oscuro della faccenda che lascia sbigottiti. Dietro agli investimenti opachi, realizzati con i soldi dei fedeli, si nasconderebbero uomini d’affari spregiudicati, faccendieri, religiosi corrotti e una guerra all’interno dei servizi segreti italiani collegata, probabilmente, anche alla caduta del Governo Conte II.

Insomma, il servizio di Report restituisce bene l’idea dell’ambiente che si trova all’interno delle stanze vaticane: tra fabbriche di Santi e broker; investimenti di milioni di euro di patrimonio della Santa Sede e scalate spericolate di banche; congiure e ricatti; prelati in affari con faccendieri spregiudicati e in contatto con i servizi segreti. Una Chiesa ancora troppo scandalosa che conferma sempre più la sua entità in quanto sistema di potere e sempre meno “dimora del Signore”. Il Vaticano è, per molte ragioni, la medesima scandalosa Santa Sede che denunciava Giordano Bruno - uno dei più grandi filosofi italiani del XVI secolo – bruciato della Chiesa stessa il 16 febbraio del 1600 presso Campo dei Fiori a Roma. “La religione […] ed in particolare quella cattolica romana – diceva Bruno - deve cambiare, ritornare alle origini, deve essere strumento di fratellanza e convivenza civile tra gli uomini e non centro di potere”.

Ed è proprio alla luce di questi scandali che risultano di vitale importanza inchieste come quella realizzata da Report, affinché venga fatta luce sugli affari e i rapporti di potere dello Stato Vaticano (ancora troppo taciuti); e affinché si prendano le giuste distanze (per chi è credente) da una Chiesa lontana dagli ultimi, dai dimenticati, e fin troppo vicina ai ricchi e ai potenti. “La chiesa non è questa – ha commentato Sigfrido Rannucci durante il programma -, non può essere macchiata dal comportamento di quattro persone. Per fortuna la chiesa di Bergoglio ha mostrato i suoi anticorpi. Abbiamo bisogno di una Chiesa che raccoglie i cocci di un’umanità che esce disgregata dal virus, abbiamo bisogno di una Chiesa che si prenda cura dei più fragili e di coloro che abitano alla periferia del cuore”.

Per rivedere la puntata:
https://www.rai.it/programmi/report/inchieste/Lo-sterco-del-diavolo-270876de-e52b-431d-ad85-b030c2823e64.html

2021 04 15 colpevoli cardinali vescovi dittatori 01

                                                                 Clemente VIII                                            Papa e Giovanna D'Arco 

2021 04 15 colpevoli cardinali vescovi dittatori 02

Giovanna D'Arco

2021 04 15 colpevoli cardinali vescovi dittatori 03

Giovanni Paolo II e Pinochet

2021 04 15 colpevoli cardinali vescovi dittatori 04

Videla e Laghi

2021 04 15 colpevoli cardinali vescovi dittatori 05

Dossier Vaticano:
https://www.thebongiovannifamily.it/crimini-in-vaticano.html

https://www.thebongiovannifamily.it/dossier-speciali.html

 
 
(per leggere i messaggi allegati cliccare sulla fonte)
 
Pin It