pier giorgio caria logo home

Conf Arcisate

Un altro appuntamento che riguarda gli “LA PRESENZA DEGLI ESSERI DI LUCE NEL VANGELO: la Seconda venuta di Cristo” si è tenuto ad Arcisate il 09 ottobre 2016, in cui ero relatore insieme a Giorgio Bongiovanni e Flavio Ciucani.

Spesso ci si pone la domanda di quale fosse la vera natura degli Angeli. Ad esempio, sono realmente con le ali come vengono raffigurati?

Ripercorrendo un viaggio attraverso i secoli, dai tempi dell’Antico Testamento ai giorni nostri, scorgiamo passi e testimonianze che dimostrano la vera natura degli “Esseri di Luce”, i quali talvolta interagiscono con noi persino in carne ed ossa.

Questi Esseri, provenienti non solo da altri mondi, ma anche da altre dimensioni, si sono spesso mostrati con i loro mezzi, talmente avanzati da risultare per noi incomprensibili. I cosiddetti “carri di fuoco”, “travi infuocate”, “merkabah” o “nuvole” di biblica memoria, sono la medesima cosa delle moderne astronavi?

La presenza di esseri non terrestri nella Bibbia è riportata innumerevoli volte, sono indicati genericamente con il termine di uomini, angeli o come dei. Il profeta Isaia, di fronte a uno spettacolo per lui incomprensibile esclama: “Chi sono questi che volano come una nuvola e come colombe verso le loro colombaie?” (Isaia 60,8).

Nel corso dei secoli le Schiere Celesti si sono dunque appalesate agli uomini, sia tramite Esseri di Luce, ovvero arcangeli della triade superiore, che tramite personificazioni dello Spirito Santo come la Madonna e Gesù Cristo, i quali hanno elargito a mistici e veggenti messaggi che invitano al ravvedimento.

Purtroppo l’umanità continua a scegliere “Barabba” come 2000 anni fa, per questo il messaggio che gli Esseri Angelici portano è terribile per la parte degenerata e nefasta, mentre è di speranza per quella piccola parte sensibile che segue gli insegnamenti di Gesù Cristo, dedicando la propria vita al prossimo.

“25 Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti, 26 mentre gli uomini moriranno per la paura e per l'attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte.
27 Allora vedranno il Figlio dell'uomo venire su una nube con potenza e gloria grande.
28 Quando cominceranno ad accadere queste cose, alzatevi e levate il capo, perché la vostra liberazione è vicina».”
(Luca 21,25-28).

VIDEO CONFERENZA

Pin It